La meglio gioventù

Appello degli intellettuali contro Salvini e DiMaio, ospitato da Repubblica. L’elenco che segue è sull’edizione online di oggi. Si tratta dei firmatari scelti dal quotidiano del sig.Calabresi in quanto di maggior prestigio.

Tra i firmatari: Giancarlo Consonni (Prof. Emerito, Politecnico Milano) Marta Fattori (Prof. Emerito, Univ. Roma La Sapienza) Lia Formigari (Prof. Emerito, Univ. Roma La Sapienza) Sergio Givone (Prof. Emerito, Univ. Firenze) Guido Martinelli (già Dir. SISSA, Univ. Roma La Sapienza) Giorgio Nebbia (Prof. Emerito, Univ. Bari) Giorgio Patrizi (Univ. Campobasso, Premio Flaiano per la letteratura 2015) Francesco Remotti (Prof. Emerito Univ. Torino).

La dizione “Prof.Emerito” significa, in realtà, professore in pensione. In pensione all’Università si va a 71 anni.

9 commenti to “La meglio gioventù”

  1. Io non mi illudo. Anche se Parlamento e Governo vogliono legiferare li attende Voldemort, con la sua mantella da giudice della Rivoluzione, pronto a tuonare l’incostituzionalità di qualsiasi norma per violazione dell’art. 3 Cost.

  2. Ma cosa blateri, ma cosa blateri, non vedi che c’è anche un Premio Flaiano per la letteratura, eh, o fai finta di non vederlo perché ti fa comodo?

    • Parlando seriamente: per me, uno che si autodefinisce intellettuale è un coglione.

      • Ah, su questo non ci piove. E aggiungerei quelli che si definiscono filosofi e poeti, come quella signora che ha passato la vita ad ammucchiare parole andando a capo prima della fine della riga e quando la figlia diceva qualcosa che non le andava a genio chiedeva severamente: “Si parla così a una poetessa?” E la cosa tragica è che la trovi dappertutto citata come emblema di grande poesia, grande saggezza, grande sensibilità. Un po’ come, poesia a parte, il famigerato Gramellini.

        • Ma parli di quella santificata da viva?

        • Parlo di Angela Merini, quella che ci sono donne e poi ci sono le Donne Donne – e ogni volta che una donna la cita ti ci puoi giocare le palle che ti sta dicendo che lei è una Donna e tutte le altre sono delle povere donnette – che è una delle cose più becere che mai siano state scritte sul tema. Come direbbe il toscanaccio irriverente da cui spesso rubo materiale per i miei post, fa cagare a spruzzo.

        • Alda.
          Sì, comunque. È lei.

        • Lo so perché mi è venuto in mente Angela. A Padova c’era, in Prato della Valle, un pensionato per ragazze di fuori – ovviamente di buona famiglia – che studiavano lì. I sottotenenti che facevano il servizio di leva, con spiccata preferenza per quelli dell’aeronautica, la sera passavano di lì con la certezza di trovare sempre lì davanti qualcuna delle ragazze, pronte a seguire il primo che si presentasse. Il pensionato si chiamava “Casa Sant’Angela Merici”, e veniva familiarmete chiamato “Casino Sant’Angela Meretrici”. Angela è venuto fuori per assonanza. Magari anche con un pizzico di Michelangelo Merisi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: