Il pantano come categoria permanente

regole punteggiatura discorso diretto

“Siamo come impantanati. E passiamo l’ozio nelle maledicenze e nelle caricature come le comari. Tutta la nostra storia è travestita. Martire vuol dire oggi un furbo che si è fatto pagare il martirio a peso d’oro. Patriota vuol dire un usuraio che ha saputo far fruttare quel titolo del cento per cento … Questa è l’atonia politica, impotente a fare, attivissima a demolire. In mezzo all’ozio fermenta la corruttela. E il paese spettatore, ingigantendo, fantasticando, generalizzando, assiste allo spettacolo, e ne fa il suo passa ozio. … Quanto alle classi che si dicono intelligenti, si dice cosí per dire. Tra noi generalmente è una mezza coltura peggiore della ignoranza; un impasto di molte idee vecchie e di qualche idea nuova; si legge poco e si studia meno. Viviamo di reminiscenze e almeno ci è questo di bene che ne abbiamo coscienza. Aspiriamo al nuovo, e non abbiamo la forza d’impossessarcene, e restiamo alla superficie celando il vuoto sotto frasi sonore”

F. De Sanctis, L’educazione politica («Il Diritto», 11 giugno 1877)

Annunci

3 commenti to “Il pantano come categoria permanente”

  1. Da questo, come da cose scritte da Giacomo Leopardi e sicuramente altre che non conosco, ci viene l’immagine di una grande coerenza e ci si rende conto che quelli che via via vengono additati come responsabili della bassezza morale di questo popolo non sono altro che il prodotto.

    • A parte l’esordio, che evoca il vizio delle benemerenze fasulle (risorgimentali, poi antemarcia, poi resistenziali) che penso siano rinvenibili anche in altri paesi, il resto parla in modo scoraggiante dell’Italia di oggi e di sempre. Perché è scoraggiante? Sono passati 138 anni, e un bel po’ di avvenimenti, ma pare scritto oggi.

  2. nemmeno gli altri Stati sono perfetti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...