In vecchiaia di Martha Argerich.

Era un po’ di tempo che non la ascoltavo, e francamente temevo il peggio, che poi sarebbe: vederne il declino.

Il declino arriverà, per forza. Ma per ora non c’è, se non in qualche esibizionismo senile di troppo.

La mia posizione logistica era, come sempre, strategica. Galleria 5 dell’Auditorium Grande di Roma, se a qualcuno interessa. Da lì si dominano le mani, o almeno la mano destra. Tutte e due, così bene, è impossibile, anche perché la Martha non è più un fuscello, e copre col corpo. Da lì la si è vista anche prima dell’entrata, a fare ginnastica.

Suonava il Concerto n.1 di Shostakovic, che è anche per tromba, ma non lo si è notato troppo. La padronanza delle dita è ancora prodigiosa, e i movimenti delle mani sono rapinosi. Suona col polso diritto, come se avesse delle scopette, che ruotano vertiginosamente in senso orizzontale, cavando dalla tastiera suoni aspri e bellissimi, senza un filo di pedale. Io non so se tutte le note sono giuste, e mi pare anzi di capire che no, alcune giuste non sono. Ma, ovviamente, non potrebbe importarcene di meno. L’ istrionismo è riservato al contorno, non all’esecuzione. Per esempio, si alza di scatto dopo aver finito, oppure scambia una gag con il direttore. Roba un po’ senile, ma perdonabile. O qualcuno si è dimenticato i tic di Benedetti Michelangeli, o di Richter?

E’ ancora la migliore. A lei accomunato da un brutto raffreddore del fieno, il Maestro Temirkanov ha confermato di essere un direttore di rango. Non solo come accompagnatore, ma anche e soprattutto in una nitida Sinfonia Sorpresa di Haydn. Il programma era concluso dagli spugnosi impasti della Ottava Sinfonia di Dvorak, che Temirkanov e la sempre lodevole orchestra di Santa Cecilia conducevano onestamente in porto.

A quanto ho capito, il concerto sarà su RAI5 nei prossimi giorni, per chi volesse verificare di persona.

Annunci

2 commenti to “In vecchiaia di Martha Argerich.”

  1. E’ da un po’ che ho in mente di postare qualcosa di suo. Sono contenta che sia riuscita a costringere il Tempo ad essere clemente con lei.

  2. Non la conoscevo proprio. Sono preziosi questi post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...